Cerca una parola

Cerca per lettera

Cyberbullismo

Dai giornali alla rete, ai giorni nostri si parla sempre più di cyberbullismo. Ma cosa significa cyberbullismo? Te lo spiegherò in parole molto semplici.

Cosa significa cyberbullismo?

cosa significa cyberbullismo

Cyberbullismo: un orrendo fenomeno che va di pari passo con Internet

Il cyberbullismo, come ti spiegavo prima, è un fenomeno di cui purtroppo si parla sempre di più. Leggendo attentamente la parola puoi già immaginarne il significato: si riferisce infatti alla violenza psicologica con cui chi pratica la rete può danneggiare altre persone, un po’ come succede nella vita reale di tutti i giorni. Il cyberbullismo è molto diffuso tra i ragazzi in età adolescenziale, tuttavia non posso dirti che riguardi soltanto loro.

I cyberbulli (ossia coloro che praticano questa bruttissima forma di violenza e prepotenza) usano Internet – ed in particolare i social network – per attaccare le vittime scelte e riempirle di insulti, tormentarle o parlare di loro usando parole sicuramente non belle. Molto spesso il cyberbullo conosce la sua vittima o le sue vittime dal vivo e può non usare la sua vera identità, comportandosi esattamente come un troll. I cyberbulli possono anche fare branco ed attaccare tutti insieme una sola vittima.

Quello del cyberbullismo è un problema che riguarda tutti, da chi lo pratica a chi purtroppo ne è vittima: ai giorni d’oggi avere un accesso ad Internet e procurarsi una falsa identità è alla portata di tutti e, se non si è ben educati all’uso di questo potentissimo mezzo di comunicazione, cadere nella tentazione di danneggiare un compagno, un amico, un conoscente o un parente per il solo gusto di farlo è fin troppo facile.

Oltretutto, le vittime di cyberbullismo spesso sono ragazzi (ma non solo!) particolarmente sensibile: sfortunatamente al giorno d’oggi non è insolito sentire di persone che hanno posto fine alla propria vita o che hanno provato a danneggiarsi nella speranza di uscire da questa persecuzione. Il cyberbullismo viaggia purtroppo di pari passo con Internet ed è un fenomeno che si è diffuso ancor di più da quando l’accesso alla rete è alla portata di tutti. Con questo però non voglio dirti che Internet sia il male: resta comunque un mezzo potente ma che, come tutte le cose, deve essere usato con un’adeguata educazione e moderazione.

Sei un bambino? Se qualcuno ti perseguita su Internet, ti insulta, ti rivolge parolacce, ti provoca brutte figure o in qualsiasi modo ti mette a disagio, parlane immediatamente con un adulto: lui saprà come difenderti e come punire chi ti fa del male.

Sei un adulto? Fai molta attenzione ai comportamenti di tuo figlio o di tutti i bambini/ragazzi con cui hai a che fare: se noti comportamenti strani, rifiuti ad andare a scuola o uscire di casa senza motivo apparente o situazioni che comunque non ti convincono non esitare ad indagare, perché potresti avere a che fare con una vittima di cyberbullismo. Al contrario, se dovessi renderti conto che tuo figlio è invece un cyberbullo, non esitare un attimo a fargli capire, anche punendolo, che ciò che fa è estremamente sbagliato. Inoltre cerca di scoprire l’identità delle sue vittime e contatta i loro genitori, parenti o tutori.


Insegnalo anche ai tuoi amici!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail