Cerca una parola

Cerca per lettera

CMYK

Hai letto o sentito parlare di colori in CMYK ma non sai cosa significa CMYK? Continua a leggere: ti darò tutte le spiegazioni per interpretare questa sigla!

Cosa significa CMYK?

cosa significa CMYK

CMYK: un altro modo per rappresentare i colori!

Anche stavolta, dobbiamo andare a cercare il significato nella lingua inglese: CMYK sta per “Cyan Magenta Yellow blacK“, ossia “ciano magenta giallo nero”. Questa sigla, in particolare, si riferisce alle tonalità dei quattro colori del nome che puoi miscelare insieme per ottenerne altre. In pratica la sigla “CMYK”, seguita da alcuni numeri, ti permette di definire un preciso colore. Parlando in termini tecnologici, questa sigla permette di definire il colore che deve essere mostrato in un programma oppure stampato usando soltanto quattro numeretti!

Come? Te lo spiego subito: la parola CMYK è di solito seguita da quattro numeri messi tra parentesi, che vanno da 0 a 100 – del tipo CMYK(coloreCiano, coloreMagenta, coloreGiallo, coloreNero); ciascuno di questi numeri indica l’intensità di uno dei quattro colori da miscelare per ottenere quello che tu desideri. Zero significa colore assente, 100 significa colore di massima intensità.

Capiamo ancora di più: se vedi l’espressione CMYK(31,98,60,0) significa che cerchi un colore che abbia ciano ad intensità 31, magenta ad intensità 98, giallo ad intensità 60 e nero assente; il risultato è un bel bordeaux. Esattamente come puoi aspettarti, l’espressione CMYK(0,0,0,0) descrive il bianco mentre l’espressione CMYK(100,100,100,100) descrive il nero.

Il codice CMYK viene usato soprattutto per definire il colore che una stampante deve scrivere sul foglio; se ci pensi bene, infatti, le cartucce della tua stampante a colori sono proprio fatte così: la cartuccia del colore ha il blu ciano, il rosso magenta ed il giallo, mentre la cartuccia del nero ha solo il… nero. Combinando questi quattro colori otterrai sul foglio ciò che cerchi! Questo codice, inoltre, può essere usato anche per visualizzare i colori nei vari siti Internet.

Esistono anche altri metodi per rappresentare i colori nei computer, nelle stampanti o nei dispositivi elettronici; tra questi c’è l’RGB, di cui ti ho già parlato e che ti invito caldamente a leggere!

RGB


Insegnalo anche ai tuoi amici!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail