Cerca una parola

Cerca per lettera

Frammentazione

Questa parola viene usata con due significati ben precisi: come sempre, ti spiegherò cosa significa frammentazione in tutti gli scenari tecnologici possibili!

Cosa significa frammentazione?

cosa significa frammentazione

Frammentazione: due significati, entrambi… negativi!

Puoi aver sentito la parola frammentazione in due scenari: o parlando di dischi e file, oppure di diffusione dei sistemi operativi. Partiamo subito della frammentazione riferita a dischi e memorie, il concetto usato più spesso: sapendo che un file è composto da byte, quando il sistema operativo memorizza i nostri dati sul disco fisso, seguendo la logica del suo filesystem cerca di mettere fisicamente vicini tutti i byte appartenenti allo stesso file.

Ciò però, col passare del tempo, diventa sempre più difficile: i file sul tuo disco fisso vengono continuamente creati, ingranditi, rimpiccioliti ed eliminati, per cui piano piano tra i dati vicini saranno creati sempre più spazi vuoti; e quegli spazi, ovviamente, dovranno essere riutilizzati per memorizzare nuovi file.

Ma cosa succede se un nuovo file è più grande dello spazietto sul disco che il sistema operativo vuole assegnargli? Semplice: il sistema operativo divide o “frammenta” il file in più pezzi e li memorizza in posti diversi del disco, non necessariamente vicini. Da qui il fenomeno della frammentazione: quando i byte dei vari file sul nostro disco sono sparsi un po’ qui e un po’ lì, si dice che il nostro disco fisso è frammentato.

Questo, in alcuni filesystem (come FAT32), è un problema piuttosto fastidioso se hai un disco meccanico – la testina dovrà lavorare di più per mettere insieme i pezzetti dei file recuperandoli da parti lontane del disco, quindi la lettura o la scrittura sarà più lenta. Esistono comunque dei programmi che possono diminuire la frammentazione del tuo disco e renderlo più reattivo, alcuni anche inclusi nel sistema operativo. Fai attenzione, però: non usare mai questi programmi se hai un disco SSD o sulla memoria di uno smartphone o di un tablet, poiché questo tipo di memoria non soffre di frammentazione!

Il secondo scenario in cui si usa la parola “frammentazione” è quello dei sistemi operativi, specie di Linux e Android: esistono tante distribuzioni di Linux e tanti dispositivi con diverse versioni di Android in giro, e spesso riesce difficile tenerli tutti aggiornati sia alle comunità che ai produttori. Questo fenomeno viene chiamato, appunto, “frammentazione”, ed è un fenomeno abbastanza negativo: sarebbe molto più facile gestire e tenere aggiornate (oltre che sicure) meno versioni dello stesso sistema operativo!

 


Insegnalo anche ai tuoi amici!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail