Cerca una parola

Cerca per lettera

Intelligenza artificiale

Prima si limitava solo ai giochi, ora puoi trovarla anche sul tuo smartphone. E’ fondamentale che tu capisca cosa significa intelligenza artificiale: scopri perché!

Cosa significa intelligenza artificiale?

cosa significa intelligenza artificiale

L’IA: un affascinante campo che abbraccia il “ragionamento” dei computer

L’intelligenza artificiale – o IA, o “Artificial Intelligence”, o ancora “AI” – è l’abilità di un computer di simulare il comportamento di un essere umano grazie ad un programma, un hardware o una serie di programmi e/o hardware messi insieme. Fino a qualche tempo fa l’intelligenza artificiale era usata prevalentemente nel mondo dei videogiochi, in particolare dove il computer aveva il ruolo di altri giocatori, oggetti o personaggi in grado di prendere decisioni “autonome”.

Dal personaggio automatico che svolge una serie di azioni prevedibili a complessi scenari che vengono generati in base alle decisioni del giocatori, in tutti i giochi c’è un po’ di intelligenza artificiale: chiaramente nel primo caso questa è estremamente semplice, mentre nel secondo è molto complessa e può richiedere anche decine di migliaia di dati combinati insieme. Puoi capire facilmente che simulare il comportamento umano non sia semplice e che, dunque, per progettare anche un’intelligenza artificiale di semplice che faccia cose per noi “facili” possono volerci mesi.

Come ti ho accennato poc’anzi, fino a qualche tempo fa l’intelligenza artificiale era caratteristica dei giochi ma, grazie ai rapidi sviluppi della tecnologia, sta entrando piano piano nella vita di tutti noi! Ti faccio qualche esempio pratico:

  • i sistemi di guida automatica, semi-automatica, parcheggio guidato ed altro hanno alla base l’IA;
  • gli assistenti vocali dei tuoi sistemi operativi, come Google Now, Siri e Cortana, usano l’IA per aiutarci e per predire i tuoi bisogni combinando i dati relativi alle nostre abitudini;
  • i programmi di lavaggio automatico delle lavatrici smart, in grado di decidere da soli temperatura e tipo di detersivo in base a ciò che inserisci nell’oblò, hanno alla base un’IA basata sui sensori;
  • numerosi dispositivi della IoT – come Google Home e Amazon Echo – usano l’IA per gestire la tua smart home; ad esempio, l’IA di Amazon Echo prende il nome di Alexa;
  • i bot che ti rispondono da soli simulando il comportamento di un umano hanno alla base una complessa IA.

Anche se i campi di applicazioni sono tanti e se a volte ti sembra che il computer sia in grado di ragionare esattamente come te, non lasciarti illudere! E’ vero che l’IA fa rapidi progressi ma, per quanto possa diventare simile al comportamento del cervello umano, questa non sarà mai uguale. Ricorda sempre che tu sei in grado di ragionare nel vero senso della parola, mentre un computer “ragiona” semplicemente elaborando dati raccolti in tempo reale, ma solo e soltanto secondo criteri che gli sono stati impartiti in precedenza da un programmatore.

Curiosità: molte personalità di spicco del mondo tecnologico sostengono che il campo dell’IA debba essere sviluppato in modo estremamente controllato e prudente poiché, a causa degli enormi progressi che verranno, le macchine potrebbero sfuggire al controllo degli esseri umani. Anche se in questa affermazione c’è un fondo di verità, puoi star tranquillo: gli esperti sanno con cosa hanno a che fare ed è estremamente difficile – quasi impossibile, direi – che un giorno tu diventi schiavo del tuo robot!


Insegnalo anche ai tuoi amici!

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail